Archivio mensile:Lug 2006

News from Beirut

Ricevo queste righe da un’amica, trovo sia giusto condividerle con voi altri:

“it is sad that we are communicating the bad news, but thank God, both families are
in good health and doing well. we are yes scared and being very cautious but at the
same life goes on,

and yes i m going to work but not staying long and not going on site visits… but
we spend all our time on TV and we hear a lot of bombs and the aircraft. we have
lived war before but this time it s different and it is more working on our emotions,
endurance, and nerves… we have a lot of sleepless nights. but we can only say
thank god we are better off a lot of other people. we hope the situation will not
escalate further. we thought of leaving but where to and how mainly remains the
problem, as all means of leaving are being targetted. honestly , i m glad i m here
when this war started and not in italy as i m sure i ll be very worried.

that is for now

thank you for your concern and continous support

regards from Beirut under fire”

Ancora sul terrorismo psicologico

Poi c’è quest’altra cosa dei bugiardini e simili che mi è tornata alla mente un paio di gironi fa.

Nel mio rimbambimento totale mi sono convinta che dovevo assolutamente prendere un integratore di magnesio.
Certo, il medico me l’aveva detto mesi fa. Forse anni fa. “Prendi il magnesio che ti fa bene”!

Poi mi è venuto il dubbio che non fosse quello che aveva detto. Magari era potassio, magari zinco, probabilmente c’era di mezzo il fosforo! Comunque io con la tabella degli elementi non sono mai andata particolarmente d’accordo.

Allora sono andata a cercare sull’internet dove scopro che in effetti non mi farà male integrare un po’ il mio livello di magnesio anche perchè pare che una sua carenza porti “astenia, nervosismo, contratture, morte improvvisa“.

Mi è venuta l’ansia e sono rimasta rigida. E dire che io nel dubbio il magnesio l’avevo già buttato giù.

Ma chi è che scrive queste cose? Li pagano?

Very supersticious!

Oggi mi è arrivata l’ennemisa mail che dietro ad un dolcissimo e profondo proverbio cinese celava minacce di morte straziante se non avessi diffuso il messaggio ad altre 50 persone nel giro di qualche nanosecondo.

Ieri una lettera mi annunciava gaiamente che avrei scoperto il nome del vero amore della mia vita solo se avessi rigirato quella mail a 15 amici (mi raccomando: amici, non conoscenti, colloghi o altra gentaglia, solo amici!), premuto il tasto F6 e con la terza mano mentale avessi fatto partire la lavastoviglie.
D’altronde se non fossi riuscita a molestare il prossimo con questo simpatico mezzuccio “che funziona davvero” la mia vita sarebbe diventata un atroce supplizio. E probabilmente l’amore della mia vita sarebbe scappato con la mia peggiore nemica. O forse con la mia migliore amica, facendomi perdere due piccioni con una fava. Sul punto la mail è lacunosa.

E’ giunto il momento di dire basta alle catane di Sant’Antonio.

Per fare questo fonderò una setta che si impegnerà a spedire sediziose (ed individuali) mail che dispensino una di quelle sfighe che non si scrostano via neanche con l’acido muriatico a chiunque si permetta di forwardare messaggi identici a più di due persone. In particolare se tra quelle due ci sono IO!

Mittente avvisato…

Spiacente per chi invia informazioni utili, ma la causa non può più attendere.