Archivio mensile:Mar 2007

Due pesi, due misure

Elaborazione 730:

Situazione 1: “Ecco fatto sciur, allora riceverà un rimborso di 150 euro sulla pensione di agosto o settembre”.
“Meglio che un pugno in un occhio!”.

Situazione 2: “Ecco fatto sciur, allora le tratterranno 200 euro ad agosto o settembre ed altri 150 a novembre”.
“Scherza? Guardi che io le do un pugno in un occhio”.

———————————————————

Situazione 1: “Madameina, non è tanto, ma le spettano 80 euro di rimborso!”.
“Oh, guardi che io non ci sputo sopra!”.

Situazione 2: “Madameina, mi spiace, ma avrà una trattenuta di 80 euro a novembre”.
“Ma come?!? E tutte le spese mediche? L’ha scaricato il mio rene artificiale? E devo ancora pagare? E vuole pure che firmi? Ma io ci sputo sopra a tutta ‘sta roba!”.

Ma saranno figli di Maria?

Mi chiedo e Vi chiedo: se le suore sono sposate con Gesù, il Papa è sposato con quello più in alto? E allora si tratta di una relazione “altra”? E chi l’ha celebrato ‘sto matrimonio? Di sicuro non l’hanno fatto in Italia! Oppure si limitano a convivere? Peccatori!
E i preti?
Io mi logoro per il dubbio!

A chi non piace il vino Dio gli tolga l’ acqua!

Intempestiva, con la sua verve internazionale, ci proprone oggi un sondaggino di origine francese e io raccolgo il testimone!

– Secondo voi il vino è maschile o femminile?
Caldo e sensuale: femmina! Oddio certo che ci sono certe femmine in giro… Forse muschiato? … Ma allora è Jtheo!

– Sei più vino rosso, bianco o rosé?
Rosso nell’animo, bianco nel gusto, rosé nel cuore?

– La tua prima volta?
Ma insomma, che domande… Oh, va bene… Come Intempestiva, il pinot bianco del nonno con la gazzosa. L’ho sempre odiato, tanto che ho creduto di essere astemia fino ai 20 anni e non ho mai neanche annusato una panaché.

– Il tuo miglior ricordo “emotivo” di un vino?
Una serata in vineria a Nizza Monferrato, chiaramente, con Intempestiva a chiudere una bella zingarata.

– La migliore associazione tra un vino e una portata?
Benchè io non ami il vino dolce direi malvasia e torta morbida al cioccolato fondente… Avrei detto Barbera superiore d’Asti con agnolotti al brasato conditi con burro e salvia, ma poi sembra di copiare.

– La tua migliore degustazione (prevista o fantasticata)?
Sabato scorso, con le ragazze. E non ho bisogno di fantasticare, è una gioia ogni volta.

– Chi sceglie il vino in casa tua e chi amministra la cantina?
Possibilmente il Jtheo, nessuno fiuta il sottobosco come Lui.

– Quanti vini hai in cantina?
Pochi, i più buoni sono stati regalati e li teniamo lì per un’occasione speciale, sperando che non diventino aceto…

– Come inizieresti un giovane al vino?
E cedergli una parte del mio nettare? Giammai!

Tocca a Silentman, Fabien, Arthur, Tambu e iMod, se ne hanno voglia.

Imprinting

Sarà perchè da bambina, invece delle favole, la mamma mi leggeva i racconti di Benni o, forse, perchè gli abituali avventori potrebbero verosimilmente essere nati intorno al 1300, 1400 a.C., ma io ho qualche remora ad usufruire dei servigi del Nefertiti Bar.