Archivio mensile:Nov 2008

I muffin!!!

A Intempestiva i muffin non vanno troppo a genio, ma ultimamente la sto intortando su – è proprio il caso di dirlo – sperimentandone tanti tipi diversi. Mi sono pure creata un mio personale “dossier muffin” sul pc!
I primi che ho provato sono stati quelli ai mirtilli per i quali ho preso spunto dalla ricetta di Chiara de Il Pranzo di Babette.

Ingredienti per 6-8 muffin:
180 gr di farina
90 gr di zucchero
2 cucchiaini rasi di lievito vanigliato
Una punta di cucchiaino di bicarbonato
Scorza di arancia grattuggiata

50 gr di burro fuso (o 50ml di olio di semi di girasole) + un po’ per la tortiera
200 ml di latte intero
2 uova
125 gr di mirtilli freschi

Spennellare di burro gli stampini, poi infarinarli. Riscaldare il forno a 220°. Disporre i mirtilli in un piatto e spolverizzarli con zucchero a velo. In una ciotola setacciare la farina col lievito e poi aggiungere lo zucchero e la scorza di arancia. In un’altra ciotola rompere le uova, aggiungere il latte, il burro fuso (o l’olio) e sbattere per pochi istanti. Unire il contenuto delle due ciotole senza lavorare troppo e infine, a mano, unire i mirtilli.
Riempire gli stampino a 2/3 e infornare per circa venti minuti verificando la cottura con uno stecchino.
Sfornare e disporre su una gratella da cucina.

Ottimi soprattutto da freddi, quando i mirtilli si sono ben legati all’impasto!

I soliti bulli

10:50 Obama telefona a nove leader mondiali, ma non a Berlusconi

Il presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama, ha telefonato a nove leader mondiali che lo avevano chiamato per congratularsi per il risultato del voto del 4 novembre. Obama, secondo fonti della transizione, ha chiamato per ringraziarli il presidente francese Nicolas Sarkozy, il messicano Felipe Calderon, il sudcoreano Lee Myung-bak e i premier australiano Kevin Rudd, canadese Harper, israeliano Ehud Olmert, giapponese Taro Aso, britannico Gordon Brown e la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Dovete ancora farne di lampede, bimbi.

PS Sia chiaro che mi dissoccio da qualunque frase detta a nome mio dall’attuale governo italiano.