Archivio mensile:Apr 2009

As far as you can tell

A che serve un glossario che definisce “burro”, “albume”, “aceto”, “latte”, “caramello”, “cioccolato”? A questa legittima domanda rispondo con un aneddoto. Il fisico ungherese Leo Szilard scriveva un diario. Un giorno il suo amico Hans Bethe gli chiese:
– Perché scrivi un diario?
– Perché voglio che Dio sia al corrente dei fatti
– Non pensi che sia già al corrente dei fatti?
– Sì, ma voglio che conosca la mia versione dei fatti.
Dall’imprescindibile libro di Hervé ThisPentole e Provette – Nuovi orizzonti della gastronomia molecolare“, I Saggi del Gambero Rosso, 2003, pp. 254 (euro 16,00).

Cosa fare (ad Alessandria) quando piove.

Il pericolo più grande sembra rientrato ad Alessandria, ma oggi è stata una giornata molto difficile.
Quando questa mattina alle 10.00 mi hanno detto di andare a prendere la macchina, che stavano evacuando il mio quartiere, sono andata a casa e ho preparato una borsa con un cambio. Ho anche staccato le prese dalla corrente e recuperato il mio eeepc, il cappello da cuoco (sic)…
La parte più brutta? Chiudersi la porta alle spalle e chiedersi se, quando e come rivedrai quel corridoio, se le cose, alla fine della giornata, potranno ancora essere le stesse.

Ecologicamente

Insomma che ho comprato questo bellissimo asciugamano.
Era di quelli talmente belli e costosi che aveva tutto un depliant che ti spiegava quanto bello era, nel caso non lo avessi capito.
Poi però ho letto nella descrizione che il mio asciugamano è ecocompatibile e biodegradabile.

Biodegradabile? Stiamo scherzando? Con quello che costa?
Se lo volevo biodegradabile prendevo delle salviette di carta.
Ma robe da matti!!!