Archivio mensile:agosto 2010

Tortino di verdura

Ricetta banale, ok… ma sono senza la mia Intempestiva sorella per due settimane, cosa vi aspettate?
D’altronde c’è il mio Gigio da sfamare quindi bisogna fare qualcosa e l’arietta più fresca permette anche di accendere il forno.
Quindi ecco il tortino di verdura e formaggi ovini:

Ingredienti
2 fette di pane multicereale tipo Filone Rustico;
1 zucchina medio-grande;
1 patata medio-grande;
1 cipolla dorata piccola;
2 manciate di fagiolini lessati;
7 uova;
2 cucchiai di pecorino grattugiato;
100 gr di formaggio di capra morbido;
Olio evo;
Viking Smoked Salt;
Maggiorana e menta.

Procedimento
Accendete il forno a 180°
In una ciotola mettete a bagno nel latte le fette di pane tagliate a cubetti. Poi con l’aiuto di una forchetta o – se non temete di sporcarvi con le mani, sbriciolatelo bene.
Tagliate a julienne la zucchina e la patata e con la mandolina la cipolla.
Tagliate i fagiolini a tocchetti piccoli e unite le verdure nella ciotola col pane.
Rompetevi poi dentro le uova, aggiungete il pecorino grattuggiato e il formaggio di capra a dadini e un cucchiaio di olio evo.
Aggiustate col sale affumicato e aggiungete una bella spolverata di maggiorana e un po’ di menta. Attenzione che i formaggi ovini sono già belli saporiti. Io ho aggiunto solo un pizzico di sale.
Oliate una teglia tipo plum cake e spolverata di pan grattato, versate il composto e spolverate ancora abbondantemente di pane poi versatevi sopra un filo d’olio.
Infornate per un’ora circa.

Veloce e leggero: clafoutis di frutta mista

Lo so, non sono metodica nello scrivere, ma col caldo che ha fatto cucinare e poi tenersi in grembo un pc caldo non rappresentavano una scelta ragionevole.
Oggi, però, dopo aver visto in rapida successione E’ complicato e Julie e Julia, si è fatta sentire la necessità di mangiare un dolce. E questo dolce non doveva rompere eccessivamente con la dieta. E siccome ho la febbre doveva essere rapidissimo e fattibile con quello che c’era in casa.
Ecco quindi questo clafoutis:

Ingredienti:
60 gr di farina di mandorle
70 gr di farina 00
70 gr di zucchero di canna
4 uova intere
280 gr di latte
scorza di agrumi misti grattugiata
due belle manciate di acini d’uva senza semi
una pesca noce
una mela golden
una manciata di uvetta e di albicocche secche ammollate

Procedimento:
In una ciotola mescolare le farine e lo zucchero con la scorza degli agrumi, poi facendo attenzione alla formazione di grumi, aggiungere le uova una a una. Infine unire il latte. Lasciare riposare un po’ la pastella.
Accendere il forno a 180° poi prendere una teglia e ricoprirla di carta da forno o – meglio – imburrarla e infarinarla. Io, in realtà, al posto della farina ho usato delle briciole di finocchini di Refrancore che hanno lasciato un po’ del loro aroma in cottura.
Sul fondo della teglia distribuire gli acini d’uva, la frutta secca ammollata e le fette di pesca e di mela.
Versare sulla frutta la pastella e infornare per 30 minuti.

Si può mangiare sia tiepida che fredda, l’importante e dare una leggera spolverata di zucchero a velo vanigliato prima di servire.

Bon appetit!