Al forno

Veloce e leggerissima, la frittata al forno non presenta nessuna difficoltà!
La ricetta è come sempre molto approssimativa perché le varianti sono infinite!

Ingredienti:
6 uova;
2 zucchine medie (o altra verdura, ad esempio spinaci lessati e tritati);
100 gr. formaggio fresco (philadelphia, ricotta, robiola, fiocchi di latte oppure si può optare anche per lo yoghurt greco);
2 cucchiai di parmigiano o pecorino grattugiato;
2 cucchiai di pan grattato (facoltativo, dà un po’ più di consistenza ed è più leggero della farina, in ogni caso si possono omettere entrambi);
Pepe rosa pestato, origano e menta (sulle spezie sentitevi liberissimi di scegliere voi quali e quante);
Un cucchiaio di olio;
Sale q.b. (indicativamente un pizzico per ogni uovo).

Accendere il forno a 200°. Bagnare uno stampo basso e fare aderire la carta da forno.
Tagliare le zucchine alla julienne.
In una ciotola sbattere le uova coi formaggi, il sale e le spezie.
Unire le zucchine e il pane e infine l’olio. Mescolare bene.
Versare il tutto nella teglia.
Volendo si può mettere un uovo intero al centro, scavando una piccola fossetta e se si desidera si possono mettere anche delle fettine di pomodoro con un pizzico di sale e origano sulla superficie.
Cuocere 20-25 minuti per una consistenza più cremosa o più soda a secondo il gusto.

Se si vuole una frittata più ricca si possono unire cubetti di prosciutto, formaggio filante, patate lessate a fettine o cubetti ecc.

…E intanto il nostro viaggio continuava!
25 luglio: Partenza con piccola sosta a Gueret che si poteva evitare sia per la povera Esmeralda sia per il caffè au lait che mi hanno servito (circa un litro di latte con caffè all’americana e panna spray sopra con, per non farci mancare proprio nulla, durissime codette di zucchero – Arrivo a La Rochelle per ora di pranzo – Gentilissimo impiegato dell’Ufficio del Turismo – Camping Municipale du Port Neuf (leggermente fuori, ma consigliabile!) – Fallimentare ricerca di una spiaggia dove fare il bagno – Foto delle torri dei pescatori (très belle, on les aime beaucoup) – Cena a Le Terrace (medio) e visita del porto – Sole fortissimo fino a tardi!

26 luglio: Giro turistico di La Rochelle con squilibrato che lanciava le bici ai poliziotti – Relax sulla spiaggia con bassa marea e sepoltura della Surreale sorella sotto la sabbia – Visita a Maillerais con gita in barca sul marais – Breve giro del centro di Noirot – Rientro con crêpes a La Rochelle.