As far as you can tell

A che serve un glossario che definisce “burro”, “albume”, “aceto”, “latte”, “caramello”, “cioccolato”? A questa legittima domanda rispondo con un aneddoto. Il fisico ungherese Leo Szilard scriveva un diario. Un giorno il suo amico Hans Bethe gli chiese:
– Perché scrivi un diario?
– Perché voglio che Dio sia al corrente dei fatti
– Non pensi che sia già al corrente dei fatti?
– Sì, ma voglio che conosca la mia versione dei fatti.
Dall’imprescindibile libro di Hervé ThisPentole e Provette – Nuovi orizzonti della gastronomia molecolare“, I Saggi del Gambero Rosso, 2003, pp. 254 (euro 16,00).