Il Lazio incontra l’Alentejo in Piemonte

Quando si cucina per sfamare la famiglia spesso si devono modificare i piani tanto accuratamente fatti.
Ieri, per esempio, ero assolutamente decisa a fare un piatto portoghese che amo molto: a carne de porco à Alentejana, ennesimo ricordo del mio soggiorno lusitano.
Poi, però, tra fare la spesa, non trovare il taglio di carne desiderato e il mal di testa pulsante sono arrivate le 20.00 e ancora dovevo preparare la cena. E’ venuto fuori così questo piatto decisamente fusion, molto rapido e piacevolmente saporito!

Simil saltinbocca alla alentejana con polenta

Ingredienti:
600 gr di lonza di maiale
200 gr. di vongole surgelate
100 gr di prosciutto crudo a fette non troppo sottili
10-12 foglie di salvia fresca
2 pomodori freschi o 150 gr di passata di pomodoro e 1 un cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 peperoncino fresco
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di coriandolo e/o prezzemolo freschi tritati
olio evo
sale e pepe

250 gr. di polenta istantanea

Procedimento
Scongelare le vongole.
Mettere a bollire un litro d’acqua con poco sale per la polenta.
Tagliare a fette piuttosto sottili la lonza – dovrebbero uscirne 10-12 fettine – poi su ognuna adagiare una foglia di salvia e un terzo circa di una fetta di prosciutto crudo, piegare la carne a metà e con uno stuzzicadenti chiudere il fagottino.
In una larga padella antiaderente scaldare due cucchiai di olio evo e poi rosolare i saltinbocca su entrambi i lati aggiungendo anche il peperoncino tagliato a rondelle, salare e pepare.
Aggiungere le vongole, il pomodoro e un pochino di brodo e lasciare cuocere 5 – 10 minuti, a seconda dello spessore della carne, con il coperchio e a fiamma media.
Intanto cuocere la polenta avendo cura di mescolare spesso.
Una volta che tutto è pronto, completare i saltinbocca con il trito di aglio e coriandolo/prezzemolo.
Servire subito.

Un pensiero su “Il Lazio incontra l’Alentejo in Piemonte

I commenti sono chiusi.