Quoi d’n’oeuf?

Se guardi “Il comandante Florent” e scopri un buffo personaggio che si chiama Platon e che è un patologo-tuttologo- passa dagli esami autoptici alle perizie calligrafiche con una leggadria degna di Evgeni Plushenko– e che è così francese, ma così francese… e poi te lo sogni la notte che fa l’autopsia ad un pan-bagnat dichiarando “Olalà! Olive dilatate, acciughe rigide, emorragie pomodorali. Mon dieu! Non c’è dubbio messieurs… è morto per un’assunzione eccessiva di vinaigrette!”: allora vuole dire che sei al limite?

8 pensieri su “Quoi d’n’oeuf?

  1. Zilvia

    peut etre.
    anche se dubito che si scriva così 🙂 oh, il mio francese, mon dieu.
    chissà dove l’ho lasciato addormentato 🙂

  2. surreale Autore articolo

    Urka urka, quanti bei commenti, di quanta bella gente!
    Ciao Zilvia e Placida e Intempestiva!
    @Jorma: che sollievo, io mi sentivo tutta scordinata!

  3. Pingback: Surreale » Palinquinto d’un palinsesto.

I commenti sono chiusi.