Ridere, ridere, ridere ancora

Berlusconi ha dichiarato che i cinesi ai tempi di Mao bollivano i bambini ed ha innescato l’ennesima crisi internazionale.

Berlusconi sconcertato dice di non capire perchè ce l’hanno con lui. “Non li ho mica bolliti io!”

Bondi lo difende “Il nostro Premier ha ricordato un falso storico tragicamente indubitabile, la sinistra si vergogni”. Eh?

Calderoli “Il peggio è che nei periodi di carestia ‘sti bambini se li mangiavano pure!”. Quindi nel tempo restante lo facevano per puro divertimento?

Oh, Gosch!

La Repubblica, 29 marzo 2006, p.10

2 pensieri su “Ridere, ridere, ridere ancora

I commenti sono chiusi.