Spaghetti settemari

Perché settemari? Un po’ per un tributo ai Queen, un po’ perché gli ingredienti fanno fare un bel giro del mappamondo: si passa dalla Grecia, dalla Normandia, dallo Sri Lanka e via di seguito.
L’idea è nata dalla presenza di abbondanti confezioni di yogurt greco nel frigo e dal desiderio di non farle scadere. Un sapore un po’ insolito per l’acidulo dello yogurt che contrasta col dolce della mela, ma comunque un gusto delicato che ben si sposa con la pasta integrale e il pesce e dei colori che riconciliano con l’autunno.

Ah, la “schiumetta” in foto è un’aria allo yogurt e menta (un cucchiaio di yogurt, un cucchiaino di lecitina di soia, abbondante menta e latte sufficiente a raggiungere l’altezza necessaria per avviare per un minutino il minipimer nel bicchiere).
Suggerimenti per modifiche?

Spaghetti settemari

Ingredienti
350 gr di spaghetti integrali
300 gr di pesce misto (trota e salmone, totano e mazzancolle per me)
150 gr di yogurt greco
1/2 peperone rosso
1/2 peperone giallo
1 spicchio d’aglio
Rosamarino, erba cipollina, menta
1/2 mela golden
Pepe rosa
Scorza di limone
Calvados
2 bustine di tè limone e miele (del commercio equo solidale)

Procedimento
In una padella scaldare poco olio e farlo insaporire con uno spicchio d’aglio leggermente schiacciato e un paio di rametti di rosmarino.
Pelare i peperoni con l’aiuto di pelapatate e poi tagliarli a listarelle sottili. Fare appassire appena la julienne di peperoni nell’olio da cui si saranno scartate le spezie.
Tritare al coltello il pesce e aggiungerlo ai peperoni. Quando il pesce si sarà ben rosolato, flambare con un poco di calvados dopodiché aggiungere la mela tagliata a cubettini e spegnere. Aggiungere l’erba cipollina tagliuzzata e la scorza di limone grattugiata.
Fare bollire l’acqua per la pasta (circa due litri) e appena raggiunge il bollore spegnare e mettere in infusione per due minuti le bustine di tè, poi toglierle e riportare a bollore. Salare poco l’acqua e cuocere gli spaghetti al dente.
Nella padella col sugo versare la pasta e farla saltare a fiamma viva un minuto, aggiungendo un giro d’olio, infine versare il tutto in una terrina e aggiungere lo yogurt. Spolverare bene di pepe rosa (io lo pesto nel mortaio), aggiungere della menta sminuzzata e dare una bella mescolata prima di servire.

2 pensieri su “Spaghetti settemari

I commenti sono chiusi.